Chiama +39 0823 923733 oppure +39 339 861 4348

Castagne secche, modi per gustarle a Natale

Castagne secche oppure fresche: ecco i tanti modi per assaporare questo frutto a Natale.

Castagne secche

Nel periodo natalizio, ci sarà chi potrà gustare le ultime castagne fresche di stagione. Si tratta del colpo di coda, come ogni anno, ma per chi vuole provarle in tutte le salse niente paura. Le castagne a Natale sono un must, perché sono un dolce naturale e perché, be’, perché sono buone.

In commercio esistono moltissime variabili per le castagne conservate in modi naturali, a partire dalle castagne secche, che tra l’altro sono ottime per la preparazione di piatti in agrodolce, come le carni di cacciagione in umido, ma anche i risotti e le zuppe - che sono ricette che vengono dalla nostra tradizione contadina. Un altro modo per conservare le castagne con metodi naturali sono per esempio le nzerte, ossia delle collane di castagne come si preparano quelle di pomodori o peperoncini piccanti.

Per chi ama un gusto più dolce esistono altrettante variabili, per esempio le castagne glassate al cioccolato, già pronte, magari da tenere sempre in casa per eventuali ospiti, ma anche le castagne al rum, da assaporare a fine pasto - per coniugare dessert e digestivo. Questi due tipi di castagne sono ottime anche per le decorazioni di altri dessert. Non importa come scegliate di mangiare questo frutto - a partire dalle castagne secche appunto - l’importante è mangiarlo perché è sano e fa bene.

Lascia un Commento