castagne

  • La Sagra della Castagna di Manziana, organizzazione al lavoro

    La Sagra delle Castagne di Manziana rappresenta tutto il gusto della tradizione: ecco qualche dettaglio

    Di solito ricorre a metà ottobre per deliziare tutti coloro che amano i sapori genuini e la tradizione. Si tratta della Sagra della Castagna di Manziana, in provincia di Roma, che si veste a festa una volta all'anno per onorare la tipicità della castagna e magari la sua figlia prediletta, la caldarrosta. Ma cosa rappresenta davvero questa sagra della castagna e perché è un appuntamento imperdibile?

    Parlare di genuinità, quando si tratta di frutta di stagione, è scontato come dire che la pioggia sia bagnata. Tutti i nutrizionisti sono concordi: la frutta di stagione e quindi le castagne in autunno sono i cibi più sani che ognuno di noi può trovare in commercio. Quando pensiamo alla Sagra della Castagna di Manziana entra però un discorso di tradizione: determinate culture fanno parte sì del nostro tessuto economico locale, ma soprattutto entrano a far parte di un fenomeno di costume.

    La raccolta delle castagne a Manziana, un tempo, coinvolgeva intere famiglie: la raccolta delle castagne avveniva con grande cura, dato che la castagna, la caldarrosta e i loro derivati serviva a sfamare il nucleo famigliare per tutto l'inverno. Per questa ragione non ci dovevano essere assolutamente sprechi. E se pensate che un'alimentazione a base di castagne possa apparire monotona, sappiate che le castagne vengono utilizzate per preparare il pane, la pasta, i dolci, entrano in una minestra di legumi, in tanti piatti gustosissimi. Ma pure gli scarti possono essere utilizzati: all'interno di un'economia basata su agricoltura e allevamento, gli scarti sono usati per nutrire gli animali da cortile.

    È per questo che la castagna rappresenta una tradizione antichissima e importantissima, tanto da meritarsi una kermesse gastronomica tutta sua, la Sagra della Castagna di Manziana, un'occasione da non perdere per gustare tantissime prelibatezze.

  • Castagne e caldarroste, gli eventi autunnali

    Ecco un evento davvero gustoso che riguarda saporedicastagne.com e La Rambla: castagne e caldarroste per tutti i gusti nel mese di ottobre.

    Le castagne sono il frutto autunnale per eccellenza, insieme naturalmente alle arance e alle melagrane. Così, quando arriva ottobre, tutti ci scateniamo e corriamo ad acquistare le castagne, perché non c'è niente di meglio della frutta di stagione, buona e sana. E in autunno proliferano tantissimi eventi che riguardano le castagne, perché sono un frutto che unisce, che invita al convivio. Perché la castagna è la perfetta rappresentazione naturale della natura umana.

    Fuori dalla castagna c'è il riccio, quella scorsa dura e ispida di spine che rappresenta la nostra maschera, i sorrisi che sfoderiamo quando invece vorremmo piacere, quella corazza che indossiamo quando abbiamo paura che le cose o le altre persone ci potrebbero fare del male. Una volta liberata dal riccio, la castagna ha la scorza, che rappresenta il nostro abito più elegante. In autunno, in fondo, tutti vestiamo i colori naturali, come i marroni che vestono le castagne. Poi dopo la scorza c'è la pellicina, quella più leggera, come la biancheria intima che mostriamo solo a coloro che amiamo davvero. E alla fine c'è la castagna, il suo cuore, in tutta la sua dolcezza, ovvero il nostro lato buono, quello che vedono i nostri genitori, i nostri compagni, i figli, gli amici più cari.

    Così Sapore di Castagne e La Rambla hanno deciso di dare il via a un evento congiunto che mostri la castagna nella sua purezza, nella sua naturalità e naturalmente in tutta la sua bontà. Ogni domenica di ottobre, presso il ristorante di Roccamonfina, verranno servite a chi lo richiederà delle roventi caldarroste, mentre nello show room si potranno acquistare le castagne fresche da preparare in casa secondo le necessità, le preferenze e le ricette che meglio si preferiscono.

    Buon autunno a tutti e buon appetito!

  • Castagne a caldarroste con topping alla nocciola, ricetta

    A quanti piacciono castagne e caldarroste? Ecco un dolce molto semplice e veloce da preparare ma di sicuro impatto.

    Stanno per arrivare gli ospiti ed è tutto pronto. Be', quasi tutto pronto. La tavola è apparecchiata per bene, avete tirato fuori i bicchieri da degustazione, il decanter, la portata buona di piatti e posate. Ci sono tutti gli antipasti, li avete preparati abbondanti e variegati, per il primo c'è solo da buttare la pasta e il secondo è già in forno. Manca solo il dolce, avete fretta e con i dessert non siete proprio il massimo. Ma ci sono tanti escamotage.

    Vale sempre una regola però: la genuinità degli ingredienti che poi si riflette su una genuinità del piatto. Certo, al supermercato si trovano moltissimi preparati per dolci, e alcuni presentano anche degli ingredienti naturali, ma è sempre meglio sapere quello che portiamo sulle nostre tavole e serviamo a noi stessi e ai nostri cari.

    Ma passiamo alla ricetta. Si tratta, come anzi detto, di un dolce estremamente facile. Si prendono delle castagne fresche, secondo le quantità desiderate, in base al numero degli ospiti (3 o 4 castagne a testa sono più che sufficienti), che devono essere infornate per eliminare l'acqua e accrescerne gli zuccheri. Le castagne vanno posi cotte sul fuoco su una padella per le caldarroste, per poi esserle sbucciate, impiattate e farcite con topping alla nocciola.

    Questo dolce può prevedere anche differenti topping, come quello al caramello o al cioccolato ed essere farcito con una pallina di gelato, della panna montata, della crema pasticciera, delle cialde, ma anche della frutta candita. Da provare, se si ha tempo, la farcitura con arance candite in casa bagnate nel cioccolato fuso e lasciate ad asciugare. Utilizzando le castagne in barattolo e optando per qualche altra gustosa variante, si può pensare a un dessert per tutto l'anno.

Oggetti 148 a 150 di 159 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 48
  4. 49
  5. 50
  6. 51
  7. 52
  8. 53